Pizza con Crema di Fave, Pecorino, Salame

PIZZE IN EDIZIONE LIMITATA – CREMA DI FAVE, PECORINO, SALAME

Crema di Fave, Pecorino, Salame Milano - Edizione limitata Giugno 2020 - Soffio di Grano

CREMA DI FAVE, PECORINO, SALAME:

Crema di fave artigianale (passata a mano con fave, sale), pecorino fresco, salame Milano a freddo.

Disponibile per tutto il mese di Giugno… da Soffio di Grano!

Pizzeria Soffio di Grano – Pizzeria di qualità da asporto e a domicilio – Via Levate, 35
Dalmine


Fave

Soffio di Grano & Curiosità – Fave

Fave - Soffio di Grano & Curiosità - Giugno

Fave

La pianta delle fave, Vicia faba, è originaria dell’Asia ed è coltivata da sempre sia per l’alimentazione umana sia per quella animale. In Italia è particolarmente diffusa nelle isole e nelle regioni meridionali.

Racchiusi all’interno di baccelli, i semi sono di forma rotondeggiante, appiattita e di diversa sfumatura di verde.

Le fave appartengono alla classe dei legumi ed in commercio si trovano fresche, secche o surgelate. In alcuni punti vendita, all’ingresso è indicata la presenza o meno di fave fresche, soprattutto durante la stagione di maggio, giugno e luglio.

➡️ Sono le piante più facili da coltivare, nonché le più diffuse e antiche del mondo: infatti solo nel Mediterraneo si stima che le fave siano presenti da circa 8000 anni !

➡️ Come tutti i legumi le fave hanno un sacco di nutrienti, e soprattutto contengono tantissimi minerali fondamentali: il maggiore è il ferro, ma contengono anche lo zinco e il manganese. La fava offre inoltre un buon apporto di proteine e vitamine.

➡️ Con le fave si fa anche una buona farina, che viene utilizzata come base di uno dei piatti vegetariani più amati dell’Etiopia, l’Hilibet. Questo piatto viene cucinato con farina di fave, aglio, cipolle, pepe verde e altre spezie profumate. Ma la farina di fave è usata anche in Europa per rinforzare altre farine: è contenuta anche in quella usata per impastare le baguette francesi.

➡️ Gli antichi Greci sarebbero arrivati addirittura a proibirne il consumo.
Secondo una leggenda, a vietarne il consumo sarebbe stato lo stesso Pitagora, nel percorso di purificazione perseguito dal filosofo greco e dai suoi discepoli.
Ai pitagorici sarebbe stato persino proibito toccarle, tanto che, stando alla leggenda, lo stesso Pitagora, inseguito dai sicari del tiranno Cilone, avrebbe preferito farsi uccidere piuttosto che attraversare un campo di fave per mettersi in salvo.

Pizzeria Soffio di Grano – Pizzeria di qualità da asporto e a domicilio – Via Levate, 35
Dalmine